Dal documento al terreno
Dal documento al terreno
Storia e archeologia dei sistemi agro-silvo-pastorali
nuova edizione
Attualità di una proposta storica

di Diego Moreno
a cura di Carlo Montanari e Maria Angela Guido
novembre 2018
collana: Giano Bifronte 
serie: RICERCA
area tematica: Umanistica 
ISBN: 978-88-94943-21-4 (versione a stampa)
ISBN: 978-88-94943-22-1 (versione e-book)
457 pagine
35,00 (versione a stampa)
20,00 (versione e-book)

Per acquistare la versione a stampa
Per acquistare l'e-book (pdf)

IL LIBRO
Il testo di Diego Moreno Dal documento al terreno (Il Mulino, 1990) raccoglie esperienze di ricerca di geografia ed ecologia storica svolte dall’Autore a partire dagli anni 1970. È’ stato il principale riferimento per generazioni di studenti, laureandi, dottorandi e per molti che si sono avvicinati alla storia dei paesaggi rurali e a quella dell’uso delle risorse che li hanno plasmati. A distanza di quasi trent’anni, i criteri di ricerca proposti appaiono ancora così attuali, se non innovativi, che si è ritenuto opportuno riproporli in una nuova edizione, arricchita da lunghi riassunti e didascalie delle figure in inglese e da numerosi contributi di ricercatori che sono entrati in contatto e in molti casi hanno a lungo collaborato con l’Autore. Si tratta di geografi, storici, ecologi, archeologi, forestali, botanici che riprendono qui i temi principali delle proposte del 1990, testimoniando il ruolo che esse hanno avuto a livello personale, nazionale ed europeo ed il loro carattere inter- e trans-disciplinare. La geografia e l’ecologia storica, così come interpretate da Moreno e dal gruppo di ricerca del LASA, hanno sperimentato la convergenza di una molteplicità di fonti e metodi da incrociare per lo studio di singoli siti e paesaggi ma, pur avendo dato buona prova di sé anche sul piano applicativo, sono approcci di ricerca ancora troppo poco noti e praticati, specialmente in Italia. Tutto ciò coincide con finalità e proposte culturali della Collana GUP Giano Bifronte, che “intende promuovere studi interdisciplinari e “trasversali” che riconnettano la cultura antica, moderna e contemporanea, nella convinzione che passato e presente siano legati in un rapporto in continuo divenire, che non conosce le cesure delle canoniche periodizzazioni comunemente adottate a scopo divulgativo o didattico”.

Diego Moreno’s Dal documento al terreno (Il Mulino, 1990) presents the research in historical geography and historical ecology conducted by the author since the 1970s. The work has been a principal reference for generations of undergraduates, postgraduates, researchers and academics who have sought to explore the history of rural landscapes and the numerous ways in which these have been shaped by and interacted with the use of diverse resources over time. After almost 30 years, the approach to research adopted in this work remains relevant, if not enduringly innovative. As such, a new edition of the work was considered appropriate, enriched with extended summaries and figure captions in English, and by numerous contributions made by researchers and academics who have drawn on – and in many cases long collaborated with –Diego Moreno. These contributions were made by geographers, historians, ecologists, archaeologists, foresters, and botanists, all of whom recall and reflect upon the central themes and theories proposed in the original text, bearing witness to the role that the approaches detailed in the book have had on personal, national and international level and their inter- and trans-disciplinary character. Historical geography and historical ecology, as interpreted by Moreno and the Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale (LASA) research group at the University of Genoa, have consistently experimented and converged a multiplicity of sources and methods applied to the study of single sites and specific landscapes. Despite the validity and vitality of the spirit and essence encapsulated in this book, such approaches continue to be little known and practiced on an applied level, especially in Italy.

L'AUTORE
Diego Moreno è professore ordinario di Geografia presso l’Università di Genova, laureato in Scienze Biologiche, si è subito interessato alla storia del paesaggio culturale sulla base di ricerche di archivio e di terreno, dedicandosi quindi alla geografia storica, in particolare alla storia e archeologia dei sistemi agro-silvo-pastorali. È stato tra i fondatori delle riviste Archeologia Medievale e Archeologia Postmedievale e fa parte del comitato di redazione di Quaderni Storici di cui è co-direttore. Le sue attività di ricerca e didattica si ispirano ai criteri dell’Ecologia storica di derivazione britannica (O. Rackham) arricchiti di aspetti economici e sociali mutuati dall’approccio microanalitico di Edoardo Grendi. Ha fondato nel 1995 il LASA, Laboratorio interfacoltà di Archeologia e Storia Ambientale - oggi Centro Interdipartimentale di Ricerca (DAFIST-DISTAV - nell’ambito del quale ricercatori di varia provenienza mettono a confronto fonti diverse per una storia dell’uso delle risorse ambientali. Ha pubblicato più di un centinaio di contributi scientifi ci in sedi nazionali ed internazionali, intrattenendo relazioni con numerose sedi di ricerca europee, spesso coinvolte in progetti di ricerca multidisciplinari.