Carteggio con Giuseppe Rovatti - Parte prima

Carteggio con Giuseppe Rovatti
Parte prima (1765-1769)

di Pietro Metastasio
a cura di Giordano Rodda
maggio 2022
collana: I carteggi di Metastasio. Testi e studi
serie: RICERCA
area tematica: Umanistica
ISBN: 978-88-3618-142-1 (versione a stampa)
ISBN: 978-88-3618-143-8 (versione e-book)
274 pagine
(versione a stampa)
open access (versione e-book)

Per acquistare la versione a stampa
Per accedere all'e-book (pdf)

IL LIBRO

Il carteggio tra Pietro Metastasio e il giovane scienziato e poeta modenese Giuseppe Rovatti prende in esame più di quaranta lettere a cavallo tra il 1765 e il 1781, un anno prima della morte del poeta cesareo. In questa corrispondenza, un Metastasio ormai anziano dialoga a distanza con Rovatti, commentando con garbo i suoi sforzi poetici, indirizzandolo verso la poesia scientifica, preoccupandosi per il suo temperamento ipocondriaco. Il risultato è un affresco di ampio respiro e di grande interesse, soprattutto per quanto riguarda le riflessioni in materia poetica dell’ultimo periodo metastasiano. Lo scambio epistolare è di particolare rilievo anche per la presenza non solo delle lettere autografe di Metastasio ma anche di quelle di Rovatti: è così possibile ricostruire un corposo carteggio completo tra Metastasio e un suo corrispondente. In appendice, verranno trascritte e commentate anche le lettere a Giuseppe Riva.

The correspondence between Pietro Metastasio and the young Modenese scientist and poet Giuseppe Rovatti examines more than forty letters between 1765 and 1781, a year before the death of the Caesarian poet. In this correspondence, an aging Metastasio converses at a distance with Rovatti, commenting politely on his poetic efforts, directing him toward scientific poetry, and worrying about his hypochondriac temperament. The result is a wide-ranging fresco of great interest, especially with regard to the reflections on poetic matters of the last Metastasian period. The epistolary exchange is of particular importance also for the presence not only of Metastasio’s autograph letters but also of those of Rovatti: it is thus possible to reconstruct a complete correspondence between Metastasio and one of his correspondents. In appendix, the letters to Giuseppe Riva will also be transcribed and commented.

L'AUTORE

Giordano Rodda è attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo dell’Università di Genova per il progetto ‘La costruzione delle reti europee tra fine Seicento e inizio Ottocento: politici, diplomatici e comunicazione letteraria’. Tra le sue pubblicazioni, i volumi L’osservate stelle. Costellazioni letterarie tra Umanesimo e nuova scienza (2021) e, insieme a Franco Paolo Oliveri, l’edizione commentata del Carteggio consolare con la Repubblica di Genova di Carlo Goldoni (2021). Ha curato inoltre l’edizione commentata dell’Ormisda di Apostolo Zeno (2017).