Pour un musée virtuel: salon des Femmes illustres

volume copertina Pour un musée virtuel: salon des Femmes illustres   
 
Pour un musée virtuel: salon des Femmes illustres    

di Elisa Bricco, Rosa Galli Pellegrini, Sergio Poli, Chiara Rolla    
novembre 2012    
Fuori collana    
linea editoriale Ricerca    
area tematica Umanistica    
area disciplinare Scienze dell'Antichità, Filologico-Letterarie e Storico-Artistiche 
284 pagine   
ISBN 978 -88-97752-06-6 | € 22,00   

Per acquistare il libro

Il libro

Il “projet Scudéry” nasce all’interno di un percorso di studio che impegna da diversi anni un gruppo di ricercatori della sezione di Francesistica del Dipartimento di Lingue e Culture Moderne dell’Università di Genova. Il gruppo F@rum è un’équipe interdisciplinare formata da studiosi che si occupano di letteratura, di lingua, di terminologia e di didattica delle lingue; da diverso tempo ha iniziato ad interrogarsi sulle potenzialità della rete nel campo dell’edizione e della ricerca scientifica nella convinzione che percorrere le nuove frontiere dischiuse dal Web avrebbe aperto nuovi orizzonti alla ricerca letteraria e non solo. Il volume rappresenta quindi una tappa ulteriore di questo progetto a lungo termine, anche se raccoglie solo in parte i risultati raggiunti fino a oggi. Il Musée Virtuel des Femmes illustres [MuViFIll], sito in fase di sviluppo e di cui qui è presentato un assaggio, non intende solo rendere disponibile in Rete un testo antico mai più ripubblicato integralmente a partire dal XVII secolo, né essere un’edizione critica troppo simile a una versione cartacea. Il Musée ospiterà il testo originale in formato immagine ; il testo in versione modernizzata ; un ricco apparato critico composto da note storiche, linguistiche e culturali nel senso più vasto del termine; ma anche e soprattutto presenterà un testo “rivivificato” grazie all’apertura ipertestuale e multimodale che gli strumenti Web 2.0 permettono, nella quale, in una prospettiva potenzialmente infinita, le informazioni si aprono su altre informazioni che fanno appello non solo al sapere del lettore/navigatore, ma anche ai suoi sensi.

Scritto da

Elisa Bricco, professore associato in letteratura francese, specialista di letteratura contemporanea e del rapporto tra la letteratura e le Nuove Tecnologie dell’Informazione e della comunicazione.  

Rosa Galli Pellegrini, professore ordinario in letteratura francese in pensione, specialista di Georges de Scudéry sul quale ha scritto numerosi articoli e curato cinque edizioni di opere tra poesia, prosa e teatro.  

Sergio Poli, professore ordinario in lingua francese, specialista di letteratura, cultura e lingua del XVII secolo, e delle nuove forme di comunicazione supportate dalle Nuove Tecnologie dell’Informazione e della comunicazione.  

Chiara Rolla, dottore di ricerca, ex assegnista in letteratura francese, docente a contratto di letteratura francese, specialista della letteratura francese del XVII secolo.

Ultimo aggiornamento 2 Luglio 2024