Fra empirismo e platonismo

Fra empirismo e platonismo
L'estetica di Berkley e il suo contesto filosofico


di Bruno Marciano
ottobre 2011
collana: Fuori collana
serie: DIDATTICA
area tematica: Umanistica
ISBN: 978-88-905492-5-0 (versione a stampa)
408 pagine
28,00 (versione a stampa)

Per acquistare la versione a stampa

IL LIBRO

Con questo libro si vogliono colmare alcune lacune della storiografia filosofica, analizzando in maniera accurata il pensiero del vescovo irlandese Gorge Berkeley (1685-1753) in rapporto anche ad altri autori, emerge così una visione chiara sulla viva realtà intellettuale del mondo angli-britannico tra Sei e Settecento. Dopo aver analizzato la filosofia immaterialista di Barkeley, il libro la confronta con il pensiero estetico sulla natura dei platonici di Cambridge del secolo XVII e con i maggiori filosofi, scrittori del Regno Unito: da Shaftesbury a John Tennis, da Thomas Burnet a Joseph Addison, da Thomas Traherne a James Thomson. Quello che emerge è una riflessione a trecentosessanta gradi sulla storia della filosofia, della scienza, dall’Estetica all’Illuminismo inglese.

L'AUTORE

Bruno Marciano, dottore di ricerca in filosofia presso l’Università degli Studi di Genova, ha svolto studi prevalentemente sul rapporto fra empirismo, neoplatonismo e scienza moderna, soffermandosi soprattutto sul pensiero di Gorge Berkeley e il suo contesto filosofico. La sua attività di ricerca esplora anche gli influssi del platonismo sulla nascita del primo romanticismo inglese, riprendendo la poesia di Coleridge, il rapporto fra l’arte di William Hogarth e la cultura inglese del Settecento.