Appunti di viaggio_un percorso settecentesco fra le due riviere

Appunti di viaggio: un percorso settecentesco fra le due riviere

a cura di Giulia Savio
settembre 2013
collana: Fuori collana 
serie: RICERCA
area tematica: Umanistica 
ISBN: 978-88-97752-27-1 (versione a stampa)
136 pagine
15,00 (versione a stampa)

Per acquistare la versione a stampa

IL LIBRO

La letteratura critica riguardante il "viaggio in Italia",assai cospicua sopratutto nell'ultimo ventennio,ha privilegiato,com'è noto,i visitatori e il loro rapporto con la Penisola nel suo insieme,mentre assai più rari sono stati i contributi che hanno considerato i luoghi,fuori dal circuito tradizionale,che i viaggiatori e i relativi taccuini di viaggio hanno descritto. Più l'osservatore si è spinto verso centri minori o periferici,più il panorama bibliografico è risultato diradarsi progressivamente. Il caso della Liguria,nella sua antica estensione compresa fra l'attuale Costa Azzurra e il golfo di La Spezia,non fa eccezione:manca,infatti,una riflessione complessiva su come il territorio sia stato percepito sia da parte dei forestieri sia,specularmente,dagli intellettuali locali. Una prima ma ricapitolativa riflessione su questi temi, con un occhio di riguardo all'ambito genovese,venne già approfondita durante il percorso di studi dottorali dell'autrice ma molto vi è ancora da scrivere. Nelle pagine che seguono,invece,l'autrice propone,o per meglio dire tenta di impostare, un primo approccio alla visione complessiva della Liguria attraverso un caso di studio,l'edizione critica di un manoscritto settecentesco stilato da un viaggiatore sconosciuto. il volume si propone,pertanto,di suggerire e dare corpo ad uno studio coerente ed organico su un argomento, fino ad oggi trattato in maniera episodica. L'intento della ricerca,e questo primo studio ne è un esempio,è quello di costituire un repertorio sistematizzato delle testimonianze del viaggio in Liguria e di individuare le novità riscontrate rispetto alla bibliografia nota e agli studi di settore sconosciuti.

L'AUTORE

Giulia Savio, nata a Genova nel 1982, è stata assegnista di ricerca in Storia della Critica d'Arte presso l'Ateneo di Genova. Attualmente è docente a contratto del corso di Fenomenologia degli stili presso la sede decentrata di Imperia. È stata titolare del corso Orientalism in Art History presso la Science Po di Menton (Francia) e Visiting Professor presso l'Ateneo di Cluj-Napoca (Romania). Vincitrice di più premi di ricerca (Romney Society Bursary, Borsa di studio Fondazione Burzio Torino e NIKI Florence Prize), ha al suo attivo numerose pubblicazioni internazionali e partecipazioni a convegni