A sud del Mediterraneo. L’accoglienza oltre i confini del mare

A sud del Mediterraneo
L’accoglienza oltre i confini del mare

Atti dell’inaugurazione del Corso di Ateneo
in Cooperazione Internazionale allo sviluppo 2018/19

a cura di Emilio Di Maria
ottobre 2019
collana: Percorsi di salute - Health pathways 
serie: DIVULGAZIONE
area tematica: Biologico-Medica e Scienze Sociali
ISBN: 978-88-94943-63-4 (versione a stampa)
ISBN: 978-88-94943-64-1 (versione e-book)
144 pagine
18,00 (versione a stampa)
open access (versione e-book)

Per acquistare la versione a stampa
Per accedere all'e-book (pdf)

IL LIBRO

L’ingresso di rifugiati in Europa è sotto i riflettori, ma la massima parte dei venti milioni di rifugiati che si trovano sotto il mandato delle Nazioni Unite sono stati ricollocati nelle aree vicine ai paesi di origine. A sud del Mediterraneo, in paesi come il Libano o la Tanzania, la Giordania o l’Uganda, pur con le difficoltà legate ai conflitti in atto e alla carenza di risorse, popolazioni in fuga sono state accolte e hanno contribuito alla crescita sociale e economica dei paesi ospitanti.
L’incontro pubblico “A sud del Mediterraneo – L’accoglienza oltre i confini del mare”, tenutosi il 16 ottobre 2018, voleva stimolare riflessioni sulle dinamiche sociali e culturali indotte dall’afflusso di migranti in Africa e Medio Oriente (a sud del Mediterraneo…), rileggendo in ottica globale i dati effettivi sulla migrazione e sull’accoglienza e riportandoli in una prospettiva di cooperazione – cioè di lavoro comune volto a rimuovere le diseguaglianze e estendere le opportunità. L’incontro, infatti, costituiva l’inaugurazione ufficiale del Corso di Ateneo in cooperazione internazionale allo viluppo.
I contributi riportati offrono uno spaccato sul quadro globale delle migrazioni, con uno sguardo oltre i confini del Mediterraneo, e su una visione della cooperazione internazionale, che attraverso collaborazioni tra pari sia finalizzata a riconoscere diritti e condividere opportunità.

COMITATO SCIENTIFICO E ORGANIZZATORE

Emilio Di Maria, Danilo De Luise, Mara Morelli, Anna Siri, Gianluca Saba, Riccardo Spinelli e Mauro Spotorno.