Criminalità e sicurezza negli ultimi quindici anni

Criminalità e sicurezza negli ultimi quindici anni
Dodicesimo rapporto sulla sicurezza urbana in Liguria

di Stefano Padovano
aprile 2020
collana: Fuori collana 
serie: RICERCA
area tematica: Scienze Sociali 
ISBN: 978-88-3618-014-1 (versione a stampa)
ISBN: 978-88-3618-015-8 (versione e-book)
143 pagine
fuori commercio (versione a stampa)
open access (versione e-book)

Per accedere all'e-book (pdf)

IL LIBRO

Il rapporto su sicurezza e criminalità in Liguria anche quest’anno scaturisce dalla convenzione tra Regione Liguria e Università degli Studi di Genova. In questa edizione, l’Osservatorio regionale sulla sicurezza urbana e la legalità ha inteso sviluppare alcune ricerche di impronta socio-giuridica e di ordine empirico sulle fattispecie criminali di maggiore interesse: gli omicidi, i reati contro il patrimonio, la violenza di genere, la criminalità minorile, quella di tipo organizzato, fino a misurare gli andamenti statistici della delittuosità degli ultimi quindici anni.

The report on security and crime in Liguria also this year stems from the agreement between the Liguria Region and the University of Genoa. In this edition, the Regional Observatory on urban security and legality aimed to develop some socio-juridical and empirical research on the most relevant criminal cases: the murders, the crimes against the heritage, the gender violence, the juvenile crime, organized crime, to the extent of measuring the statistical trends of crime in the last fifteen years.

L'AUTORE

Stefano Padovano, criminologo, attualmente è il curatore scientifico dell’Osservatorio sulla sicurezza urbana e la criminalità organizzata, presso la Scuola di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Genova in convenzione con la Regione Liguria. Insegna Criminologia e Politiche della Sicurezza urbana in ambito universitario, per enti di formazione ministeriali e regionali a: Forze dell’Ordine, Polizia Penitenziaria, Polizie Locali e operatori del Terzo Settore. È supervisore in progetti di prevenzione comunitaria rivolti a reti sociali, nonché a supporto di vittime e/o autori di reato. Con decreto del Ministero della Giustizia dal 2017 è stato nominato esperto del Tribunale di Sorveglianza di Genova.