1914-1938 L’istanza razionale in architettura

1914-1938
L’istanza razionale in architettura


di Enrico Dassori e Salvatore Polverino
giugno 2022
collana: Sustainable Design and Construction
serie: RICERCA
area tematica: Tecnologica 
ISBN: 978-88-3618-149-0 (versione a stampa)
ISBN: 978-88-3618-150-6 (versione e-book)
244 pagine
21,00 (versione a stampa)
open access (versione e-book)

Per acquistare la versione a stampa
Per accedere all'e-book (pdf)

IL LIBRO

Uno dei caratteri principali del periodo in esame è la consapevolezza di una vera e propria crisi dei fondamenti che, aperta fragorosamente dalle esperienze delle Avanguardie artistiche storiche agli inizi del secolo, viene ora a interessare direttamente i modelli tradizionali della cultura europea. I temi che attraversano questi anni sono quello della ricerca di nuovi linguaggi, che coinvolge appieno l’architettura e, a scala enormemente più ampia, quello dell’esistenza nelle condizioni della società tecnologica. La società vuole essere nuova, la collettività si trasforma in ‘massa’, una nuova realtà antropologica in cui tramontano le distinzioni di appartenenza sociale, di classe e di cultura, i nuovi valori non si impongono per l’autorità della tradizione ma in virtù della loro diffusione e gestione organizzata. L’organizzazione del lavoro, la diffusione delle mode e delle opinioni diventano forze dirompenti al servizio di un nuovo modo di vedere le cose.One of the main features of the period under examination is the awareness of a genuine crisis of fundamentals. This event, sparked by the experiences of the artistic avant-gardes at the beginning of the century, now directly affects the traditional models of European culture. The themes running through these years are the search for new languages, which fully involves architecture and, on a broader scale, existence in the conditions of technological society. Society wants to be new. The community is transformed into a 'mass', i.e., a new anthropological reality in which distinctions of social belonging, class and culture disappear. The new values do not impose themselves by the authority of tradition but by their dissemination and organised management. The organisation of work and the spread of fashions and opinions become disruptive forces at the service of a new way of seeing things.

GLI AUTORI

Enrico Dassori, Architetto, Professore Ordinario, Docente di Architettura Tecnica. Dal 2015 al 2018 Direttore del Dipartimento Architettura e Design. È stato membro del Comitato Europeo di Normazione (CEN) e Presidente del Collegio Tecnici Industrializzazione Edilizia (CTE). Nel 1988 è stato fra i fondatori dell’Istituto Certificazione Marchio Qualità per le costruzioni (ICMQ) di cui è attualmente Presidente

Salvatore Polverino, Ingegnere Edile-Architetto e Dottore di Ricerca in Architettura. Ha svolto un periodo di formazione presso la Loughborough University (UK). Già Docente a contratto di Progettazione esecutiva in ambiente BIM. Ricercatore Universitario opera nel settore delle applicazioni dei materiali tecnologicamente avanzati. Collabora con Istituti di Ricerca nazionali e internazionali.